Neurobioetica e Metaverso: introduzione del Prof. P. Alberto Carrara

Venerdì 23 settembre 2022 inizia il VI Corso di Perfezionamento in Neurobioetica. Dopo le edizioni dedicate ai primi tasselli del transumanesimo contemporaneo, dall’idea dell’anastomosi cefalo-somatica – detta comunemente “trapianto di testa” nell’essere umano – sino alle sfide della roboetica, dell’algoretica, delle neurotecnologie, il Gruppo di ricerca in Neurobioetica vuol dedicare un intero anno alla riflessione interdisciplinare sulla realtà virtuale, aumentata e sul cosiddetto Metaverso.

Ad introdurre i lavori, il pomeriggio del 23 settembre verrà dedicato a prendere visione dell’argomento. Il Professor Padre Alberto Carrara, Direttore del GdN, introdurrà, contestualizzerà e chiarirà i concetti in gioco.

Quando si vuole introdurre un discorso inerente ai nuovi media che veicolano un contenuto intangibile ed esprimono un messaggio, la figura di Marshall McLuhan risulta essere sempre un buon punto di partenza da dove poter cominciare.

Chi è Marshall McLuhan?

Herbert Marshall McLuhan (1911-1980) è stato un grande filosofo, ma anche sociologo, critico letterario e docente universitario canadese. La sua figura è legata alla particolare riflessione ed interpretazione che sviluppò sugli artefatti della comunicazione, sui loro effetti, tanto a livello soggettivo, come comunitario e sociale. La sua riflessione ruota intorno all’ipotesi secondo cui il mezzo tecnologico che determina i caratteri strutturali della comunicazione produce effetti pervasivi sull’immaginario collettivo, indipendentemente dai contenuti dell’informazione di volta in volta veicolata. Di qui la sua celebre tesi secondo cui “il medium è il messaggio”. Si legga per approfondire la voce corrispondente su Wikipedia:

https://it.wikipedia.org/wiki/Marshall_McLuhan

Due paragrafi emblematici di McLuhan possono contestualizzare il nostro argomento:

«Una volta che abbiamo consegnato i nostri sensi e i nostri sistemi nervosi alle manipolazioni di coloro che cercano di trarre profitti prendendo in affitto i nostri occhi, le orecchie e i nervi, in realtà non abbiamo più diritti. Cedere occhi, orecchie e nervi a interessi commerciali è come consegnare il linguaggio comune a un’azienda privata o dare in monopolio a una società l’atmosfera terrestre»

(Gli strumenti del comunicare)

«…a volte è un po’ scioccante ricordare che, in fatto operativo e pratico, il mezzo è il messaggio. Questo è semplicemente per sapere che le conseguenze personali e sociali di qualsiasi mezzo – cioè di qualsiasi estensione di noi stessi – risultato della nuova scala che viene introdotta nei nostri affari da ogni estensione di noi stessi o da qualsiasi nuova tecnologia»

(Understanding Media)

Dopo aver contestualizzato il corso ed introdotto l’argomento, il Prof. Carrara chiarirà ciascuno dei termini in gioco: “realtà virtuale”, “realtà aumentata” (all’interno del contesto delle cosiddette “realtà miste”) e, infine, quello di “metaverso”.

Importanza verrà data al quadro storico di riferimento.

Di seguito la presentazione che verrà utilizzata:

Di seguito il video dell’evento andato in onda il 23 settembre 2022: