NEUROBIOETICA. NASCE UN ISTITUTO INTERNAZIONALE: L’IINBE

Roma, 20 marzo 2022. Cari membri e ricercatori del GRUPPO DI NEUROBIOETICA (GdN), amici e studenti, cari Membri onorari e Associati dell’IINBE (Istituto Internazionale di Neurobioetica), un cordiale saluto e buon 13° anniversario! Il 20 marzo del 2009 – infatti – presso l’Ateneo Pontifico Regina Apostolorum a Roma nasceva il GdN. Un piccolo nucleo di medici, filosofi e teologi costituiva quella che oggi è una realtà di ricerca nazionalmente ed internazionalmente riconosciuta, con 560 professionisti iscritti alla Newsletter, 7 sottogruppi di ricerca e oltre un centinaio di ricercatori in essi attivi.   

A conclusione di questa celebrazione della Brain Awareness Week – Settimana Mondiale del Cervello 2022 non potevamo dimenticare questa ricorrenza.

Il 20 marzo era anche il compleanno della cara dott.ssa Maria Addolorata Mangione, medico geriatra e bioeticista, tra i fondatori del GdN. La cara Dolores se ne è andata l’anno scorso, ma resterà per sempre nella storia del GdN e nei pensieri e ricordi di molti di noi.

Questa settimana è iniziata martedì 15 marzo e mercoledì 16 marzo con l’evento di due giorni sul NEURO-COVID – in collaborazione con l’IINBE (Istituto Internazionale di Neurobioetica) e con la SISPI (Scuola Internazionale di Specializzazione con la Procedura Immaginativa) (link ai comunicati stampa). Il 17 marzo è stata la volta del convegno sul NEURO-SPORT, mentre il 18 si è celebrato il seminario dedicato alle NEURO-TECH, le neurotecnologie che amano la persona umana. Sintetizzerò oltre ciascun evento con i link alle video-registrazioni.

Vorrei però iniziare dalla conclusione, cioè dall’evento clou che si è svolto ieri, sabato 19 marzo, 101esimo anniversario dalla nascita della neuropsichiatra Anneliese Alma Pontius (1921-2018) che nel 1973 coniò il neologismo “neuro-etica”. Mi riferisco al 1° CONGRESSO MONDIALE DI NEUROBIOETICA organizzato in occasione della presentazione ufficiale del neonato INNBE, ISTITUTO INTERNAZIONALE DI NEUROBIOETICA. Alle 10:00 presso l’aula D201 dell’Ateneo Regina Apostolorum – Università Europea di Roma il dott. Riccardo Carrara ha introdotto e moderato il congresso, presentando la pagine istituzionali social Facebook “Neurobioethics – Neuroscienze e Neuroetica” e Instagram @neurobioethics e dando la parola in un dialogo-intervista al sottoscritto, Presidente dell’IINBE.

Rispondendo a diverse domande, ho potuto così spiegare il contesto di nascita di questo Istituto, i motivi del perché di questa nuova realtà e la sua natura. Le pagine dello Statuto sono state arricchite attraverso foto e immagini della vita accademica e culturale reale di questi anni dedicati alla riflessione sistematica ed informata sulle neuroscienze e le interpretazioni delle stesse scienze neurali che è poi la neurobioetica stessa nella sua definizione più articolata e realista.

Un momento speciale è stato certamente l’ascolto degli interventi di alcuni tra i Membri onorari dell’IINBE: in ordine, dagli Stati Uniti d’America il Prof. Stephen M. Stahl, noto psichiatra e farmacologo; dal Messico, la Vice-Presidente della FISP (Federazione Internazionale di Società di Filosofia), Prof.ssa Lourdes Velázquez; sempre dal Messico, la Presidente dell’Associazione Messicana di Neuroetica, Prof.ssa Karen Herrera; in collegamento Zoom, la fenomenologa Angela Ales Bello (Emerita di Filosofia presso la Pontificia Università Lateranense); in sede, la filosofa della Pontificia Università Gregoriana e coordinatrice del sottogruppo del GdN dedicato alla Neurobioetica e differenza sessuale, Prof.ssa Giorgia Salatiello; la coordinatrice del sottogruppo del GdN sul Neurodiritto, l’avvocato Emanuela Cerasella e il dott. Franco Arosio, per 33 anni Direttore Generale dell’IRCCS Carlo Besta di Milano.

A sorpresa, il Prof. Borys Ivnyev, medico psichiatra, Rettore dell’Università Medica di Kiev e Membro onorario dell’IINBE si è riuscito a collegare via chiamata WhatsApp direttamente dall’Ucraina. Il suo intervento è stato salutato con un forte applauso che poi ha suscitato la commozione tanto del Prof. Ivnyev come di tutti noi. È stato un momento molto toccante che potrete rivedere dalla video-registrazione (minuto 1:40:00) e dai nostri social.

A conclusione della mattinata ci si è collegati con Aversa, con la sezione locale del GdN coordinata dalla Prof.ssa Mara Marano, che in parallelo ha organizzato per questo importante anniversario neurobioetico, un prestigioso convegno al quale sono intervenuti: Il Vescovo di Aversa, il Sindaco, lo scienziato Antonio Giordano, il filosofo Michele Farisco, il Primario Francesco Verde, il teologo Guido Cumerlato e il filosofo Pasquale Giustiniani.

Infine, sono stati annunciati ufficialmente:

(1) la prossima uscita del volume “Anneliese Alma Pontius. A cent’anni dalla nasciata. Una neuroetica al femminile” di A. Carrara e E. Barboni e

(2) il Premio di 2.000 euro sulla Neuro-Educazione dedicato alla stessa fondatrice della neuroetica “Anneliese Alma Pontius” il cui bando verrà diffuso nei prossimi mesi.

La video-registrazione è disponibile sul canale YouTube a questo link.

15-16marzo NEURO-COVID. Due pomeriggio relativi alla terza edizione aggiornata sulla pandemia. Sono intervenuti: Matilde Leonardi (IIRCS Carlo Besta di Milano) “Long-Covid: aspetti neurologici” (video-registrazione di questo intervento cliccando qui); Stefano Mazzoleni (ingegnere bio-robotico, Università di Bari) “L’epidemia al tempo dell’Intelligenza artificiale e della Robotica – Una nuova antropologia per un mondo più sicuro?”; Armando Piccinni (neurologo, psichiatra e Presidente del BRF, BRAIN RESEARCH FONDAZIONE onlus di Pisa) “Covid: aspetti psichiatrici”; Fabrizio Mastrofini (responsabile ufficio comunicazione della Pontificia Accademia per la Vita) “Covid 19 tra informazione e disinformazione”; Alberto Carrara “Covid: questioni antropologiche e neuroetiche”; Laura Arnaboldi (Psicologa, SISPI) “Dalle sindromi da confinamento al Long Covid in psicologia”; Bianca Tomasi (Psicologa, SISPI) “Psicoterapia on line ai tempi del Covid: l’esperienza di una nativa digitale”; Alberto Passerini (Psichiatra, Psicoterapeuta, Fondatore e Direttore della SISPI) “Fenomenologia del setting psicoterapeutico: adattamenti innescati dalla  pandemia”; Tania Cerasella (avvocato, membro del GdN) “Pandemia ed epidemia dell’informazione tra disinformazione e misinformazione : “insieme per“….., la persona, alla ricerca di verità, giustizia, con amore e carità”; Emanuela Cerasella (avvocato, coordinatrice del sottogruppo del GdN sul Neurodiritto) “Pandemia di Covid 19, condizioni eccezionali di squilibrio tra necessità e risorse disponibili nella sanità: quando l’etica clinica incontra il diritto”. Ha introdotto e moderato Claudio Bonito, filosofo e coordinatore del sottogruppo del GdN sul Postumanesimo. I due eventi del GdN sull’argomento precedenti a questo si riferiscono al 2020 (23 aprile, link) e al 2021 (10-11 giugno, link). I due video saranno disponibile nella prossima settimana al canale YouTube cliccando qui.

17 marzo NEURO-SPORT. La video-registrazione è disponibile cliccando qui.

Sono intervenuti: Sport e neuroscienze, le radici storiche”  (Angela Teja); “«Concezione genetica dello spirito psicosomatizzato applicata allo sport» (partendo dal pensiero di Fernando Rielo, Fondatore, pensatore, poeta 1923-2004)” (Padre David Murray); Testimonianze 1 – Mauro Raffaeli (lo sport che cura), Paolo Di Benedetto (la camminata che apre il cuore e la testa); “Neuroriabilitazione Robotica e Attività Fisica Adattata: attualità e prospettive” (Luciano Bissolotti, Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione e Medicina dello Sport, Fondazione Teresa Camplani-Casa di Cura Domus Salutis); Testimonianze 2 – Carmine Consalvi e Fernando Ruscito (il lavoro pedagogico con i bambini attraverso lo sport). Ha introdotto e moderato Claudio Bonito, filosofo e coordinatore del sottogruppo del GdN sul Postumanesimo.

18 marzo NEURO-TECH. . LE NEUROTECNOLOGIE CHE AMANO LA PERSONA UMANA. La video-registrazione è disponibile cliccando qui. Un pomeriggio presenziale e online via Zoom in collaborazione con la Facoltà di Psicologia dell’Università Europea di Roma.

16:00. Introduzione e moderazione (Claudio Bonito)

16:10. Saluto del Magnifico Rettore dell’Università Europea di Roma (UER) Prof. P. Pedro Barrajón, L.C.

16:10-18:00. Le neurotecnologie che amano la persona umana. Presentazione teoretico-pratica delle neuro-tecnologie applicate alla patologia mentale presso il laboratorio di neuroscienze cliniche dell’Università Europea di Roma. Prof. Benedetto Farina, Ordinario di Psichiatria; Prof. Claudio Imperatori, Associato di Psicologia, Facoltà di Psicologia dell’Università Europea di Roma (UER).

Seguici su Facebook Neurobioethics – Neuroscienze e Neuroetica ed iscriviti al nostro Instagram @neurobioethics

Un grazie a tutti coloro che hanno reso possibile il buon andamento di questa Settimana Mondiale del Cervello!

Cordiali saluti,

Prof. P. Alberto Carrara, L.C.

Coordinatore del Gruppo di ricerca in Neurobioetica (GdN)

Presidente dell’Istituto Internazionale di Neurobioetica (IINBE)