Formiche.net: Tracciamento digitale e dati sanitari: siamo cauti. Parla padre Carrara

di Francesco Gnagni

L’IA ci sta aiutando, e può essere il nostro miglior alleato in questa battaglia. Ma il rischio del controllo di massa e della sorveglianza è reale: si tratta di un enorme problema della nostra epoca. Conversazione di Formiche.net con padre Alberto Carrara, neuroscienziato e sacerdote, direttore del Gruppo di Neurobioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum

La rivoluzione digitale sta segnando in maniera sempre più radicale le nostre vite. Se già prima della crisi sanitaria i social network avevano ampiamente plasmato la visione comune del mondo e della realtà, nel lockdown la quotidianità e la socialità di molti rischia di essere totalmente inghiottita dalla rete. Tutto questo pone non pochi interrogativi rispetto alla riflessione sull’uomo e sulla direzione che tutti noi, complessivamente, stiamo imboccando. Dalle tematiche ambientali a quelle antropologiche, fino all’utilizzo delle nuove tecnologie e al rischio, epocale, di finire catapultati in un sistema di sorveglianza di massa.

Leggi l’intervista cliccando qui:

https://formiche.net/2020/04/tracciamento-dati-sanitari-covid-19-carrara/